Stracotto di manzo al Barolo

 

Ricetta di: Elena

Esistono diversi modi di cucinare la carne che dipendono dal tipo e dal taglio. Ci sono, per esempio, dei tagli del manzo, come il reale, il codone, il muscolo o il fesone da spalla, che, essendo poco adatti per le cotture veloci, s'inteneriscono a forza di vino, odori e fiamma, quindi sono molto più indicati per diventare brasati, bolliti e stracotti. Sono piatti appetitosi, consigliati soprattutto nella stagione invernale, che consentono la preparazione di cibi e molto apprezzati, inoltre permettono a chi li cucina di sbizzarrirsi in aromi e profumi. E uno di questi è proprio lo stracotto di manzo al barolo. Fondamentalmente, per stracotto si intende un pezzo di manzo rosolato con le verdure, ricoperto con brodo e vino in modo che la superficie liquida possa cuocere per qualche ora, e il livello calare fino a raggiungere la consistenza di una salsa che può essere anche un buonissimo condimento per la polenta, il purè di patate o, più semplicemente, per il pane.

 

Categoria: Secondi  
Pubblicata il: 28.01.2012
Tempo di prep.: 60 minuti

Stracotto di manzo al Barolo

Foto: artnbarb

 

Ingredienti per 4 persone

  • 800 g di sottofesa di manzo
  • 1 cipolla
  • 40 g di burro
  • 2 bicchieri di vino Barolo
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • q.b. sale
 

Google+

Preparazione

Cominciate a fare un trito di cipolla e mettetela in un tegame abbastanza grande con i 2 cucchiai di olio di oliva e il burro e fate riscaldare tutto a fuoco medio per circa 3 minuti, a questo punto mettete la carne.

Girate il taglio di carne da entrambi i lati e fatelo rosolare per 2 minuti per ogni parte a fiamme vivace e versate sulla carne il 1° bicchiere di barolo. Lo stracotto dovrà cuocere per 1 ora, con il coperchio e con il fuoco non troppo alto.
Passato il tempo necessario per questa prima fase di cottura, mettete il sale e l’altro bicchiere di vino e lasciate cuocere la carne per altri 40 minuti.

Dopo togliete il tegame dal fuoco e lasciate riposare per 10 minuti.
A questo punto lo stracotto di manzo al Barolo sarà pronto per essere tagliato, mettetelo su un tagliere e fate delle fette non troppo sottili e conditele con il fondo di cottura, quell’ottimo sugo che si è formato grazie al vino, e portate a tavola.

Potrete anche accompagnarlo con un delicato purè di patate, molto semplice da preparare e che piace a tutti.
Fate bollire 1 kg di patate farinose, lavatele bene e fatele bollire con tutta la buccia in acqua salata.
Appena vi sembreranno pronte, togliete la buccia e passatele nel passaverdure che avrete posizionato sulla pentola in cui le avete bollite prima.
Accendete il fuoco bassissimo e, sempre mescolando con un cucchiaio di legno, aggiungete 80 g di burro tagliato a pezzetti e, a poco a poco, 300 ml di latte caldo, finché il purè sarà liscio ed omogeneo.
Aggiustate di sale e grattate sopra la noce moscata, mescolate di nuovo, poi togliete il recipiente dal fuoco e servite immediatamente.

 

Ricetta inviata da: Elena

 

 

Stampa la ricetta Stampa la Ricetta

Condividi su Facebook

Ti è piaciuta la ricetta?

 

 

I 5 cibi che fanno dimagrire

I 5 cibi che fanno dimagrire

Ricette Bimby

Ricette Bimby

 

Ultime Ricette pubblicate

Stracotto di manzo al Barolo Orecchiette salsiccia, porri e broccolo romano
Le orecchiette con salsiccia, porri e broccolo romano sono un piatto unico, di s...

Stracotto di manzo al Barolo Polpette di tonno
Le polpette di tonno possono esser preparate sia con il pesce in scatola che con...

Stracotto di manzo al Barolo Come fare la torta caprese
La torta caprese è un dolce di origine napoletana, in particolare proveniente da...

Stracotto di manzo al Barolo Come fare una zuppa d'orzo
L'orzo è un alimento sano che non dovrebbe mai mancare in cucina. E' un cereale...

Stracotto di manzo al Barolo Linguine all'isolana
Un grande primo piatto di pesce, con il polpo, tipico delle isole pontine. Una...

Stracotto di manzo al Barolo Polpette di carne al forno
Stanchi di cucinare le solite polpette fritte? Allora prepariamole al forno! Que...

Leggili tutti...

 

 

Iscrivti alla NewsletterIscriviti alla
newsletter