Come cucinare il cavolfiore

 

Come cucinare il cavolfiore

Consiglio inviato da: Lara
Pubblicato il: 19.07.2011

Vota la ricetta:
4.0 basato su voti: 34
Il cavolfiore è una verdura ricchissima di sali minerali e vitamine, favorisce la diuresi ed ha un elevato effetto antiossidante e disinfettante. A questo proposito viene spesso utilizzato in caso di ustioni e scottature, basta, infatti, mettere una foglia di cavolfiore bollito sulla parte lesa e avvolgerla con una garza. Ma il cavolfiore ha anche un elevato potere cicatrizzante, ad esempio, in caso di tagli e ferite, basta applicare una foglia cruda sulla ferita per un'intera notte.
Come potete vedere il cavolfiore offre tantissimi benefici alla nostra salute sia se viene consumato cotto sia se viene consumato crudo.
Purtroppo per molte persone il cavolfiore non è una verdura molto gradita, ma cucinandola nel modo giusto può diventare un cibo squisito sia per i grandi che per i piccini.
Per prima cosa, va detto che esistono numerose varietà di cavolo; alcune di esse possono essere consumate crude altre necessariamente cotte. Il cavolo cappuccio è la fra le varietà che può essere consumato crudo. In questo caso, basterà lavarlo con abbondante acqua fredda per eliminare eventuali depositi di terra e tagliarlo a listarelle sottilissime (magari potete aiutarvi con un tagliere). Una volta tagliato, il cavolo cappuccio va servito con un po' di limone, olio e sale (vi consiglio di condire il cavolo solo pochi minuti prima di consumarlo altrimenti il limone e il sale rischiano di rendere le foglie meno croccanti). Il cavolo cappuccio cucinato in insalata diventa un ottimo contorno ad una fettina di carne, ad esempio, o può sostituire un pranzo se abbinato a del formaggio e ad un uovo.
Un'altra ottima varietà di cavolo è il cavolfiore (caratteristico è il colore viola che perde con la cottura). Il cavolfiore può essere consumato solo cotto. Esso si presta a gustosissime ricette. Il cavolfiore bollito con aggiunta di limone, pepe e sale è un ottimo piatto per le sere invernali (uno svantaggio del cavolfiore è che quando viene bollito rilascia nell'ambiente un odore forte e per alcuni sgradevoli, quindi vi conviene areare sempre la stanza). Ma ci sono anche ricette più sfiziose che possono essere eseguite con il cavolfiore; ad esempio il cavolfiore al forno. In questo caso il cavolfiore va lavato e tagliato a pezzetti, successivamente va sbollentato per qualche minuto e scolato (non bisogna farlo cucinare troppo). A questo punto il cavolfiore va posto su una teglia precedentemente imburrata. Sopra il cavolfiore andremo ad adagiare della besciamella o del formaggio filante o ancora del parmigiano grattugiato. Il tutto va messo in forno per circa 10 minuti e servito caldo. Un'altra ricetta sfiziosa con il cavolfiore è quella delle verdure in pastella. In questo caso vi basterà preparare della pastella (con un po' di farina e acqua), immergervi il cavolfiore e le altre verdure e fare friggere il tutto per alcuni minuti (anche le verdure in pastella vanno servite ancora calde).
Come vedete, con il cavolfiore è possibile fare tante ricette gustose spendendo pochi soldi e soprattutto poco tempo.

Consiglio inviato da: Lara

 

 

Stampa la ricetta Stampa il Consiglio

Condividi su Facebook

blog comments powered by Disqus

Approfondisci la ricetta:

• Sformato di cavolfiore

 

 

Ricette Bimby

Ricette Bimby

 

Altri Consigli di Cucina

Come cucinare il cavolfiore Organizzare un grigliata di carne: idee e consigli
Cosa c'è di meglio che preparare una grigliata di carne durante una bella gita fuori porta o una piacevole scampagnata in compagnia? Sicuramente la ...

Come cucinare il cavolfiore Pranzo di Pasqua: ricette facili e originali
Il giorno di Pasqua è uno di quei giorni in cui tutti vorrebbero sbizzarrirsi a cucinare, volendo provare mille ricette diverse, poi però il tempo non...

Come cucinare il cavolfiore Torta pasqualina con il Bimby
La torta pasqualina è una ricetta perfetta per il pranzo di Pasqua o per il pic-nic di Pasquetta. Ecco come prepararla in modo facile e veloce in cas...

Leggili tutti...

Iscrivti alla NewsletterIscriviti alla
newsletter