Come fare la omelette

 

Come fare la omelette

 

Consiglio inviato da: Saretta
Pubblicato il: 28.03.2014

Vota la ricetta:
4.0 basato su voti: 20
Sono molte le persone che fanno confusione tra omelette, Crêpe e frittata.

L'omelette è una preparazione francese, come la crepe, ma si differenzia da essa per la differente composizione degli ingredienti.
L'omelette può essere sia salata che dolce, e si compone di uova mischiate leggermente, non amalgamate completamente.
Essa viene fritta nel burro, fino a quando prenderà un colore rossastro. Ci vogliono dieci grammi di burro per ogni uovo, e il burro deve essere fatto sfrigolare prima che le uova siano versato.
Altra caratteristica fondamentale dell'omelette è che essa viene cotta solo da un lato, e quindi viene ripiegata in due, o anche in tre, come a formare un rotolo. Per quanto riguarda la cottura della parte interna, essa dipende dalla volontà di chi la cucina e dai suoi gusti.
In Francia, solitamente, si usa lasciare le uova baveuse, vale a dire non del tutto rapprese, non completamente cotte.
Infine, dal punto di vista del ripieno, esso può essere inserito al centro dell'omelette, sulla padella, prima di ripiegarla, e messo a cuocere per qualche secondo, oppure addirittura nel composto di uova, tritato in maniera adeguata, prima di metterlo a cuocere, come se si trattasse di una frittata. In questo caso, la differenza rispetto a una frittata è costituita dal fatto che quest'ultima si cuoce su entrambi i lati, e non viene piegate in due.
Andiamo, dunque, a vedere come si prepara una omelette.
Il numero massimo di uova da usare per una omelette è otto, mentre il numero minimo è tre (per un piatto per due persone).

Ingredienti per una omelette per 4 persone

- 6 uova
- 150 g di prosciutto cotto
- 3 cucchiai di latte
- sale e pepe quanto basta
- 1 cucchiaio di olio
- 150 g di formaggio a piacere (mozzarella, scamorza, stracchino o formaggio filante).

 

 

Preparazione

Iniziamo sbattendo le uova con sale, pepe e latte.
Per la cottura, abbiamo due opzioni: o fare due porzioni da dividere, o fare porzioni singole.
In qualsiasi caso, versiamo l'olio in un tegame, facciamo riscaldare e versiamo il composto di uova.
Mettiamo il coperchio e facciamo cuocere per un minuto circa. A questo punto, leviamo il coperchio e uniamo il formaggio e il prosciutto cotto, ingredienti tritati in precedenza. Prendiamo un lembo della omelette e lo ribaltiamo dall'altra parte.
Chiudiamo come se fosse un fagotto, oppure come un rotolo, a seconda di quello che preferiamo.
La cottura deve continuare per altri due minuti. Giriamo l'omelette solo un'altra volta, facendo naturalmente molta attenzione a non romperla.
Quindi, togliamo dal fuoco e serviamo molto calda.

Suggerimenti e alternative

Questo era l'esempio di una omelette con prosciutto cotto e formaggio, ma chiaramente possiamo anche preparare una omelette "liscia", o in alternativa aggiungere gli ingredienti che preferiamo: tra i consigli, suggeriamo di provare quella con salsiccia e broccoletti (ingredienti già fatti cuocere in precedenza in un filo d'olio), speck e crescenza oppure mozzarella e bresaola.

Consiglio inviato da: Saretta

 

 

Stampa la ricetta Stampa il Consiglio

Condividi su Facebook

blog comments powered by Disqus

Approfondisci la ricetta:

• Omelette al riso

 

 

Ricette Bimby

Ricette Bimby

 

Altri Consigli di Cucina

Come fare la omelette Organizzare un grigliata di carne: idee e consigli
Cosa c'è di meglio che preparare una grigliata di carne durante una bella gita fuori porta o una piacevole scampagnata in compagnia? Sicuramente la ...

Come fare la omelette Pranzo di Pasqua: ricette facili e originali
Il giorno di Pasqua è uno di quei giorni in cui tutti vorrebbero sbizzarrirsi a cucinare, volendo provare mille ricette diverse, poi però il tempo non...

Come fare la omelette Torta pasqualina con il Bimby
La torta pasqualina è una ricetta perfetta per il pranzo di Pasqua o per il pic-nic di Pasquetta. Ecco come prepararla in modo facile e veloce in cas...

Leggili tutti...

Iscrivti alla NewsletterIscriviti alla
newsletter